Home Page - N E W S - Archivio Video   Gallerie   Biografie - EM@il   My status

 

         

  G A L L E R I A

Edwige Fenech - Risatissima 1985

XviD

19.152 Kb

02:40

704x528

Rapidshare

Depositfile

FileFront RSTS85_EFenech.avi

Edwige Fenech, nome d’arte di Edwige Sfenek, nasce ad Annaba in Algeria il 24 dicembre 1948 da padre maltese e madre siciliana, ma cresce a Nizza in Francia. Appena 15enne, il regista francese Norbert Cordeaux le propone una piccola apparizione nel suo film, inedito in Italia, Toutes folles de lui (1963). Sposatasi giovanissima, il suo matrimonio dura soli 14 mesi. Notata dal press agent Roby Cecacci alle finali di Lady Cortina, le viene proposto il ruolo di Samoa regina della giungla (1967, G. Malatesta). Intenzionata a proseguire la carriera di attrice, Edwige iniza a posare per servizi di nudo, il primo dei quali nel febbraio 1968 per Playmen. Nello stesso anno gira in Germania commedie erotiche in costume,  Alle dame del castello piace molto fare quello e Desideri e voglie pazze di tre insaziabili ragazze (1968, Josef Zachar) e I peccati di Madame Bovary (1969, H. Schott Schoebinger), nei quali Edwige è protagonista di numerose scene di nudo. Con il regista Franz Antel gira Susanna e i suoi dolci vizi alla corte del re (1969) e Il trionfo della casta Susanna, e con Franz Marischka, L’Uomo dal pennello d’oro. La prima prova nel thriller è con Mario Bava in Cinque bambole per la luna d’agosto. Interpreta poi il  thriller erotico Top sensation (1969), e Lo strano vizio della signora Wardh (1971) in un ruolo da protagonista, propostole da Sergio Martino, Tutti i colori del buio e Perché quelle strane gocce di sangue sul corpo di Jennifer? (1972). Nel 1970 debutta anche nel genere comico in due film della coppia Franchi e Ingrassia, Don Franco e Don Ciccio nell'anno della contestazione di Marino Girolami, e Satiricosissimo di Mariano Laurenti. Dopo la nascita del figlio Ewin, in seguito ad una brevissima relazione con un misterioso attore, Edwige si sposa con il produttore Luciano Martino che per lei abbandona moglie e figli. Seguono decine di parti nella nascente commedia sexy che la consacrano regina incontrastata di un genere malizioso ma mai volgare con titoli come Quel gran pezzo dell'Ubalda (1972), La bella Antonia, Quando le donne si chiamavano Madonne, Giovannona coscialunga (1973), Vedova inconsolabile ringrazia quanti la consolarono, Innocenza e turbamento (1974), L'Insegnante (1975), Grazie nonna, La Moglie vergine, Il Vizio di famiglia, La Dottoressa del distretto militare (1976), La Poliziotta fa carriera, La Pretora, La soldatessa alla visita militare (1977), Taxi Girl, La Vergine, Il toro e il capricorno, diretto da Luciano Martino in persona, all'epoca suo marito,  La soldatessa alle grandi manovre (1977), L’Insegnante viene a casa (1978), L’Insegnante va in collegio, La poliziotta della squadra buon costume (1979) e La poliziotta a New York (1981). Recita in commedie brillanti con Tognazzi in Cattivi Pensieri (1976), Steno in Amori Miei (1978) e Sballato, gasato, completamente fuso (1982), Pozzetto in La patata bollente (1979), P. Festa Campanile in Il Ladrone (1980), Alberto Sordi in Io e Caterina (1980), Dino Risi in Sono fotogenico (1980), Celentano in Asso (1981). Negli anni 80 Edwige si trasforma in showgirl televisiva in Ric e Gian Folies (1983), Bene bravi bis (1984), Risatissima (1985); conduttrice in Sotto le stelle (1986), Immagina (1987), Sulla cresta dell'onda (1989), Domenica In (1989-90) e un Festival di Sanremo (1991), e attice di fiction (Nel gorgo del peccato, Donna, Il coraggio di Anna, Delitti privati), mentre negli anni 90 intraprende la carriera di produttrice grazie all'esperienza maturata con l'ex compagno Luciano Martino e alla relazione con Luca Cordero di Montezemolo, conosciuto nel 1986, al quale resterà legata per 13 anni. Quentin Tarantino l'ha voluta per il ruolo di una professoressa in Hostel 2 (2007), il sequel del film horror rivelazione del 2006, ancora diretto da Eli Roth.



       Vedova inconsolabile (73)              Alle dame del castello (68)          Sballato, gasato, completamente fuso (82)

         La bella Antonia (72)                        La Signora gioca bene a scopa (74)               La Poliziotta fa carriera (76)

        

 I peccati di Madame Bovary (69)    La soldatessa alle grandi manovre  (78)  Quando le donne si chiamavano Madonne (72)

       Giovannona coscialunga (73)          40 Gradi all'ombra del lenzuolo 76)       L'insegnante viene a casa (79)

Quel gran pezzo dell'Ubalda (1972)

 


CELEBCLUB: l'Archivio di riferimento definitivo sulla nudità femminile delle celebrità su Internet

CelebClub si occupa dal 1992 di ricercare, raccogliere e catalogare ogni apparizione nuda femminile in film, TV show, riviste e giornali dal 1934 ad oggi per creare una impareggiabile "enciclopedia" di donne famose da tutto il mondo con 14.500 nomi, 350.000 immagini, 15.000 video clip, biografie, recensioni con anche descrizioni della nudità ed un potente motore di ricerca.  I nostri Ricercatori sparsi in oltre 40 paesi si occupano di aggiornare quotidianamente il sito. ALFASOFT è uno di loro e supervisiona da molti anni la sezione italiana, con contributi originali per quanto riguarda scansioni e video clip, oltre ad incarichi di catalogazione e documentazione.

 

CelebClub is the oldest and most comprehensive celebrity nudity database on the internet. Since 1992 we have been researching, collating and documenting all occurences of female celebrity nudity in movies, TV shows, magazines and newspapers from 1934 to the present day, to create an unparalleled "encyclopedia" of celebrity nudity with 14,500 celebrities, 350,000 pictorial extracts, 15,000 movie trailers, with over 50 new items being added daily. CelebClub has Researchers and photographers in over 40 countries (ALFASOFT is one of them) to ensure we get the latest and hottest material before everyone else.